Ruolo dei processi infettivi nelle Stillbirth e Suid

Ruolo-dei-processi-infettivi-nelle-stillbirth-suid

Ruolo dei processi infettivi nelle Stillbirth e Suid

Premessa

La stillbirth (morte fetale dopo la 28a settimana compiuta) ha un’incidenza globale di 1,8% all’anno, per un totale di circa 2,6 milioni di morti; la Morte Improvvisa e Inaspettata del Lattante (SUID) è la principale causa di morte fra 0 e 12 mesi nei Paesi Industrializzati, escludendo il periodo perinatale, con tassi di incidenza globali che variano dal 0,2‰ all’1‰.

Le infezioni rappresentano un fattore di rischio ormai accertato per la SUID e sono una delle cause principali di morte fetale in Paesi a basso reddito,mentre nei Paesi occidentali le stillbirth rimangono ancora troppo spesso non spiegate.

In questi casi nel corso del processo infettivo i dati anamnestici e l’obiettività clinica non sempre corrispondono alla reale gravità dell’infezione in atto e l’individuazione di un agente patogeno avviene in corso di indagini microbiologiche e molecolari effettuate post-mortem. Questo si può verificare ad esempio in corso di bronchiolite da virus respiratorio sinciziale (RSV), di infezione da rotavirus o Bordetella pertussis.

La gestione delle stillbirth e delle morti neonatali improvvise appare quindi complessa e le disomogeneità dell’approccio microbiologico in questi casi non permette sempre di chiarire il ruolo di agenti virali e batterici nel determinare l’exitus inatteso.

Obiettivi dello studio

  • Verificare incidenza e ruolo dei processi infettivi nella nostra casistica di stillbirth e SUID
  • Correlare esiti degli esami microbiologici e virologici con gli aspetti macro e microscopici autoptici, aspetti macro e microscopici placentari e con i livelli sierologici anticorpali materni
  • Stabilire la correlazione fra obiettività clinica al momento del decesso e aspetti anatomopatologici
  • Stabilire il ruolo del processo infettivo nell’exitus
  • Individuare le criticità nell’approccio microbiologico ai casi di morte fetale e neonatale improvvisa.

Materiali e metodi

In questo studio saranno revisionati i casi di stillbirth e SUID degli ultimi 10 anni che presentavano un processo infettivo virale e/o batterico in atto al momento del decesso, attingendo dalla casistica della Città della Salute e della Scienza di Torino.

Lo studio prevede anche una revisione dei casi di SUID near miss afferenti all’Ospedale Infantile Regina Margherita a causa di processi infettivi al fine di confrontare la clinica dei pazienti sopravvissuti e di quelli deceduti ed individuare eventuali condizioni che possano aver determinato la morte in questi ultimi (substrati anatomici, eventi estremi non riconosciuti come tale, presentazioni atipiche).

Risultati attesi

– Definire un protocollo concordato e completo  di analisi microbiologiche per ottenere dati oggettivi sulla diffusione dei processi infettivi nelle stillbirth/SUID.

– L’integrazione fra clinica e approccio microbiologico adeguato consentirebbe di migliorare la prevenzione e il trattamento di infezioni in utero e neonatali potenzialmente letali.

Discipline  mediche  coinvolte nella ricerca

– Anatomia ed Istologia Patologica

– Microbiologia e virologia

– Centro per la Medicina del Sonno in età pediatrica e per la SIDS

Riferimenti bibliografici:

  • Hattori F et al. Survey of rotavirus-associated severe complications in Aichi Prefecture. Pediatr Int. 2018; 60(03):259-263.
  • Heininger U, Kleemann WJ, Cherry JD, Sudden Infant Death Syndrome Study Group.
  • A controlled study of the relationship between Bordetella pertussis infections and sudden unexpected deaths among German infants. Pediatrics 2004; 114(1):e9-15.
  • Reinebrant HE et al. Making stillbirths visible: a systematic review of globally reported causes of stillbirth. BJOG 2018;125(2):212-224.
  • Shapiro-Mendoza CK, Parks S, Lambert AE, et al. The Epidemiology of Sudden Infant Death Syndrome and Sudden Unexpected Infant Deaths: Diagnostic Shift and other Temporal Changes. In: Duncan JR, Byard RW, editors. SIDS Sudden Infant and Early Childhood Death: The Past, the Present and the Future. Adelaide (AU): University of Adelaide Press; 2018 May. Chapter 13.
  • Stock C, Teyssier G, Pichot V, Goffaux P, Barthelemy JC, Patural H. Autonomic dysfunction with early respiratory syncytial virus-related infection. Auton Neurosci 2010;156:90-5.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: