Sono Valentina, mamma in cielo e in terra, una mamma speciale, come speciali sono le altre mamme che fanno parte di questa associazione.  

Era l ottobre del 2007 e avevo un ritardo. … io e il mio compagno cercavamo da tempo un bambino che coronasse la nostra storia d’amore.

Ma credevamo fossi rientrata in quel baratro dell’anoressia… si perché da anni oramai avevo questo problema e tanti dottori che mi visitarono  dicevano che non potevo probabilmente avere figli perché soffrivo di disfunzioni ormonali causate purtroppo dalla malattia….. ma io mi sentivo diversa, noi donne capiamo subito di essere incinte già prima di saperlo. Cosi feci il test…. positivo subito!!!! Non so descrivere la gioia provata in quel momento.

Piansi  per giorni guardando e riguardando quel test che custodisco ancora dentro un cassetto. ..

I mesi passarono velocemente ,scoprimmo al sesto mese che era una femminuccia  così decidemmo il nome: CHIARA.

Arriva il 15 giugno e dopo tante ore di travaglio nasce lei, la mia vita…. una bambolina di tre chili… perfetta e ai nostri occhi bellissima. 

CHIARA cresce benissimo e tanto …era bravissima, sembrava non averla, mangiava e dormiva…..

E’ il 22 dicembre, la mia .piccola ha 6 mesi… erano le 21.30  e dopo aver mangiato e giocato un po’con noi la metto nella sua culla principesca, si addormenta quasi subito. … il mio compagno .era sotto la doccia e io mi metto a finire la cucina. … sono le 21.45 vado in camera a vedere la mia piccola.

Solitamente entrando in stanza lei ci sentiva e girava la testina… mi avvicino alla culla ma lei non si muove.. l’istinto me la fa tirare sù immediatamente e li il dolore….li la mia vita si è fermata. Chiara non c’era più. .. la mia bambola era diventata una bambola di sabbia… tutta molla… gridai e chiamai subito il 118 che mi spiegarono il da farsi ma nulla… Chiara non rispondeva alle manovre. Arrivò l’ambulanza… la corsa contro il tempo per portarla in vita… ma niente, non c era più niente fa fare…. la mia vita per diverso tempo non ha avuto più senso.  

Decidemmo per la cremazione cosi da portarla a casa, dove era stata tanto amata e desiderata.

Lei che mi aveva aiutato a guarire dall’’anoressia, lei che aveva dato un senso alla mia vita… non c era più.

Niente ci aveva fatto presagire che sarebbe morta era sana e cresceva benissimo. Avevo il cuore sventrato, lo stomaco sventrato. … iniziarono i sensi di colpa, la rabbia….iniziano i ma e  i se…. aspettavo con ansia gli esami dell’autopsia anche se mi avevano già detto morte in culla… ho passato mesi chiusa in casa senza uscire.  Non volevo vedere niente e nessuno, invidiavo tutte quelle madri con passeggini e pancioni. … volevo la mia. Bambina… mi mancava l‘aria.  Accanto a me non ho voluto nessuno, solo io e il mio. compagno… ci siamo .chiusi nel nostro dolore,  speravo solo di rimanere presto incinta  non per sostituire lei ma perché avevo voglia di amare.

Dopo sei mesi nel giugno 2009 scopro a pochi giorni dal suo compleanno di essere incinta… non potevo crederci ma dentro di me c era un altra vita che aveva bisogno di me… verso il sesto mese scopro che aspettavo un’altra principessa.  Che meraviglia il mio mondo si colorava  di nuovo di rosa e la mia principessa arcobaleno l’avremmo chiamata Aurora.

La mia rinascita, la mia rivincita.

 Il 26 gennaio decide di nascere ed è durante il travaglio che il primario di Pediatria mi comunica l’esito  dell ‘esame autoptico di Chiara…SIDS… maledetta SIDS. … 

Aurora nasce e improvvisamente mi sono sentita di nuovo viva.!

Aurora  è bellissima ed i primi mesi era la fotocopia di Chiara .

Inutile dire che ho vissuto la maternità con un occhio diverso, le mie paure erano amplificate per fortuna l’ospedale ci aveva fornito un monitor da utilizzare durante il sonno  …nel caso non respirava più oppure il cuore avesse avuto dei problemi sarebbe andato in allarme.

Ogni mese era programmata una visita cosi che un esperto leggeva i dati di registrazione , e ogni volta fortunatament andava tutto bene ed io acquisivo sempre più fiducia e serenità.  Aurora cresceva ed è sempre stata una bambina buona … così decidemmo di farle un fratellino o sorellina e dopo due anni e mezzo è arrivato il nostro principino Alessandro. Ho passato una serena gravidanza e anche la maternità con lui è stata più serena, anche se tutto come un tempo non poteva tornare.. lei non c’era ma avevo da amare i loro fratelli e loro avevano bisogno di sentire la loro mamma serena. ..

Per rendere onore al suo compleanno il 15 giugno 2014, io e il mio compagno ci siamo sposati e dopo poco scopriamo con gran gioia che presto sarebbe arrivato un altro bambino tra noi… così il 23 aprile 2015 proprio nel giorno del mio compleanno è venuto al mondo Gabriele….

Oggi sono una mamma forte, una mamma felice perché , nonostante tutto, si torna a sorridere ed essere sereni.

Ma per tutto questo ci vuole tempo, ci vuole l ‘amore di chi sta accanto, tanta pazienza e soprattutto si deve credere e volerlo.

 Bisogna lottare e vivere anche  per  i nostri angeli!

 Nel mio percorso di vita ho conosciuto mamme che come me hanno avuto questo vissuto e mi hanno aiutato molto perché con loro non mi sentivo sbagliata e mi sentivo capita e amata senza dover dire molte parole.

Con alcune di loro ho un bellissimo rapporto. Oggi faccio parte di questa associazione SUID SIDS ITALIA che è composta da genitori, che come me, hanno perso un figlio a causa della Morte Improvvisa e Inaspettata.

È davvero importante farne parte perché puoi dare libero sfogo alla tua rabbia, al tuo dolore  …. Troverai sempre qualche d’uno che risponde , che ti farà sentire meno sola/o e soprattutto potrai trovare la forza  per ricominciare a costruire un qualche cosa, sopravvivendo a questo grande dolore….

La Spezia 15/06/2008 – 22/12/2008

Valentina  B.

Mamma in cielo e in terra