Corso Francia, 85 - 10138 Torino
+39 800173088
suid,sids@yahoo.it

Ridurre il rischio

Eventi SUID  :
45% (SIDS), il 31% causa sconosciuta, il 24% causa accidentale ( soffocamento, strangolamento a letto, ecc).

SUID comprende tutti i decessi inaspettati: quelli senza una chiara causa, come la SIDS, e quelli provenienti da una causa nota, come ad esempio il soffocamento accidentale. 
Dalla National Vital Statistics 2015 si evidenzia che gli eventi SUID sono cosi in gran parte incidenti :
45% (SIDS), il 31% causa sconosciuta, il 24% causa accidentale ( soffocamento, strangolamento a letto, ecc).
In Italia non esistono ad oggi dati attendibili in quanto solo due Regioni hanno realizzato un sistema di controllo e verifica dei decessi improvvisi e inaspettati analizzando i casi nello specifico e classificando di conseguenza dopo un attenta valutazione multidisciplinare. 
Oggi la divulgazione delle CAMPAGNE DI PREVENZIONE “SONNO SICURO”  sono indirizzate non solo alla riduzione del rischio SIDS ma anche alla riduzione e all’abbattimento dei rischi legati al sonno (cause accidentali), quali:
⦁ Soffocamento
⦁ Intrappolamento, quando il bambino è intrappolato tra due oggetti (es un materasso e la parete,  contro un’altra persona) , e tale circostanza non permette al bambino di respirare.
⦁ Strangolamento, quando qualcosa preme o si avvolge intorno al collo del bambino, bloccando le vie respiratorie
Queste morti non sono da considerare SIDS in quanto in tal caso è conosciuta la causa o la probabile causa. !

SIDS è …

La principale causa di morte nei bambini da 1 mese a 1 anno di età, con la maggior parte dei decessi che si verificano nella fascia di età tra 1 e 4 mesi di età.
Un disturbo medico improvviso e silenzioso che può capitare a un bambino apparentemente sano.
Attualmente imprevedibile e non prevenibile, ma nonostante ciò il rischio può essere ridotto.
Una diagnosi di esclusione, in cui la causa della morte può essere determinata solo dopo l’esclusione delle altre cause.
Una morte infantile che lascia domande senza risposta.

SIDS non è …

⦁ La causa di ogni morte improvvisa del lattante.
⦁Soffocamento o causata da soffocamento.
⦁ Causata dai vaccini
⦁ Contagiosa.
⦁ Il risultato di negligenza o abusi sui minori.
⦁ Causato da culle.
⦁ Causato da rigurgito o soffocamento.
⦁ Prevedibile, ma ci sono modi per ridurre il rischio

I risultati di ricerca in corso e teorie sulle cause della SIDS

La maggior parte degli scienziati ritiene che i bambini che muoiono di SIDS sono nati con una o più condizioni che provocano risposte impreviste a fattori di stress interni ed esterni comuni che si verificano durante la vita di un bambino. Molti ricercatori suggeriscono che la chiave per trovare la causa (s) di SIDS si trova in una più profonda comprensione dello sviluppo del cervello e del sistema nervoso dei bambini. La ricerca ha identificato diversi meccanismi che possono essere coinvolti in un evento SIDS.
Secondo la comunità scientifica  le anomalie della serotonina, del cervello, o la genetica da sola non può essere sufficiente a causare una morte SIDS, infatti si teorizza che debbano essere presenti ulteriori situazioni (come la mancanza di ossigeno, eccessiva inspirazione di anidride carbonica, il surriscaldamento, o un’infezione, ecc), pwexhè un evento  SIDS possa accadere.
Ad esempio, molti bambini sperimentare una mancanza di livelli di ossigeno o eccessive inspirazione di anidride carbonica quando hanno infezioni respiratorie o quando  respirano la propria aria espirata che in genere accade
quando un bambino rimane intrappolato nel letto o in quelle situazioni ove è presente biancheria  non appropriata (es paracolpi, cuscini, piumoni, ecc) oppure quando dormono proni. 
Normalmente, i neonati percepiscono e reagiscono autonomamente a eventuali situazioni che non gli permeettono
le dovute condizioni che gli permrettono di avere insufficiente ossigeno, infatti il loro cervello innesca autonomamente il comando di svegliarsi modificando e compensando il battito cardiacoe la respirazione
. Tuttavia, in un bambino con anomalie nel tronco cerebrale, questi meccanismi di protezione potrebbero mancare o essere troppo lenti per permettere la giusta reazione ed evitare che il bambino possa soccombere alla SIDS.
Un tale scenario potrebbe spiegare perché i bambini che dormono proni, sono più suscettibili di SIDS.

comprendere perche’ con la prevenzione si può fare la differenza!

Modello a triplice rischio


Il modello Triple-Risk, sviluppato da Filiano e Kinney, è un costrutto utile per comprendere i decessi SIDS. Il modello  descrive la convergenza di tre condizioni che possono portare alla morte di un bambino dovuta alla SIDS.
Bambino vulnerabile
Un  difetto o un’anomalia del cervello  rende il bambino vulnerabile. Nel Modello TripleRisk, alcuni fattori, come ad esempio i difetti che controllano la respirazione o la frequenza cardiaca, o mutazioni genetiche, conferiscono vulnerabilità.
Periodo critico di sviluppoFasi di crescita rapida e cambiamenti nei controlli omeostatici si verificano durante i primi 6 mesi di vita del bambino-
Questi cambiamenti possono essere evidenti (ad esempio: il sonno e la veglia), oppure possono essere sottili (ad esempio, le variazioni nella respirazione, frequenza cardiaca, pressione sanguigna e la temperatura corporea). Alcuni di questi cambiamenti potrebbero destabilizzare temporaneamente o periodicamente i sistemi cerebrali  del bambino.
Fattori di stress esterno
La maggior parte dei bambini possono sopravvivere ai fattori di stress ambientali (fumo passivo, surriscaldamento,  posizione di sonno prona, o un’infezione delle vie respiratorie superiori., ecc).
Tuttavia un bambino già vulnerabile potrebbe invece non essere in grado di affrontarli e superarli. Anche se questi fattori di stress, non causano da “soli” la morte improvvisa e inaspettata dek bambino, possono purtroppo aumentare  le probabilità di decesso  in un bambino già vulnerabile impedendo cosi la reattività necessaria alla sua  sopravvivenza.

IMPORTANTE:
La ptobabilità di un evento SIDS si riduce notevolmente agendo sui fattori di stress esterni.
E’ su  questa certezza scientifica che la nostra organizzazione ha puntato fin dalla sua nascita. SUID & SIDS Italia  non diffonde solo giusti messaggi di prevenzione, perchè questo poteva bastare solo quando le raccomandazioni scientifiche puntavano solo sulla posizione a pancia in su. Oggi le continue ricerche permettono notevoli conoscenze che non si puo’ accettare di diffondere in Italia dopo anni e anni facendo cosi intanto vittime.
I messaggi aggiornati in base agli studi internazionali diffusi rapidamente in Italia sono per noi uno degli ovbiettivi principali.

CAMPAGNE DI PREVENZIONE: OBIETTIVI 

Oggi le campagne di PREVENZIONE  non sono solo  concentrati sulla riduzione del rischio di SIDS ma anche all’abbattimento totale delle altre cause correlate al sonno  (soffocamento accidentale, asfissia posaizionale, ecc) che potrebbero verificarsi a causa di un ambiente di sonno non sicuro.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: